La solitudine dello smartphone

Esco con i miei coetanei ed è tutto un vibrare di telefonini e di “scusa un secondo, a questo devo rispondere”. Occhi verso il basso e monosillabe.

Vado a trovare quelli che fino a poco fa avrei chiamato ‘adulti’ ma che ora sono solo un’immagine precoce del futuro e mi rendo conto che è difficile attirare la loro attenzione, catturata da immagini colorate di caramelle e frutta che scorrono veloci sull’iPad o sullo smartphone (i vari Candy Crash e Farm Hero e gli altri non li conosco).

Devo essermi persa il momento esatto in cui tutto questo è avvenuto, troppo presa da altro, concentrata su me stessa e il mio piccolo nido di certezze e la mia piccola cerchia di amicizie.

Ma che solitudine fuori da quel nido, che tedio fuori da quella cerchia.

E mi chiedo, se io mi sento sola quando sto con loro, loro come si sentono quando rimangono soli?

Un pensiero su “La solitudine dello smartphone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...