437 giorni di psicoanalisi, Giorno 51 – Seguo i suoi consigli

Ogni mattina appena sveglio rimango sdraiato qualche minuto e respiro guardando il soffitto. Appoggio la mano destra sul petto e la sinistra sulla pancia. Lascio che la respirazione naturale col diaframma mi pacifichi col mondo. Quando entro in macchina e rimango un’ora nel traffico per arrivare a lavoro, metto il cd di musica classica che mi ha consigliato. È vero, mi aiuta a non perdere la pazienza. In ufficio ho imparato ad ascoltare i colleghi, anche quando mi sembra che dicano delle stupidaggini e mi stiano facendo perdere tempo. È vero, non sempre dicono delle scemenze e ascoltarli mi ha insegnato a conoscerli meglio e ad apprezzarli. Quando vado a fare la spesa lascio che le persone anziane e coloro che devono comprare poche cose passino prima di me in cassa. Quando mi chiamano al cellulare per le promozioni telefoniche, anche se lo fanno molte volte nel giro di pochi giorni, mi ricordo delle sue parole: i centralinisti sono dei lavoratori che meritano pazienza e rispetto. Io paziento e dimostro il mio rispetto per il loro lavoro lasciandoli parlare. Quando mia madre mi chiama per chiedermi quando andrò a cena anche se ci siamo visti il giorno prima, penso che il tempo a nostra disposizione non sarà eterno e sorrido teneramente rispondendole: presto mamma, vengo presto.
Vede, da quando seguo i suoi consigli, so di essere una persona migliore.
Ma perdo molti capelli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...